Lezioni di orto sinergico
  • Lezioni di orto sinergico
  • Regione:Toscana
  • Luogo:Sorano

In Maremma Toscana, nel comune di Sorano in provincia di Grosseto, dal 2010 il BIO AGRITURISMO è il primo agriturismo che ha creduto ed ha abbracciato l’agricoltura biologica sinergica, l’arte di coltivare lasciando fare la terra.

L’agricoltura sinergica è un metodo di coltivazione inventato negli anni’30 da Masanobu Fukuoka, un microbiologo ed agricoltore giapponese. Il metodo è stato rielaborato, per il nostro clima occidentale, dall’agricoltrice spagnola Emilia Hazelip.

Di cosa si tratta?
Osserva un bosco e dedica 30′ camminando fra la vegetazione. Noterai subito che il suolo è ricco di piante. La flora nasce dove meglio cresce, in ordine sparso, il suolo è coperto di foglie ed è soffice, la terra è ricca di tutte le sostanze che qualsiasi fiore o vegetale desidera e il suolo non vede mai il sole diretto.
L’agricoltura sinergica si basa sul principio che, mentre la terra fa crescere le piante, le piante creano suolo fertile attraverso i propri “essudati radicali” (residui organici), la loro attività chimica, i microrganismi, i batteri, funghi ed i lombrichi.
Semplicemente osservando cosa la natura fa già tanto bene da sola, nella scelta di fare un orto sinergico, si dovranno rispettare poche semplici regole, che, non a caso, la vegetazione fa naturalmente.

La decisione di cosa e come piantare nell’orto sinergico non è causale ma siglata da esperti che hanno stilato una consociazione fra i vegetali e fiori.
Per esempio i pomodori crescono rigogliosi e privi di parassiti se alternati a prezzemolo, sedano e circondati dal fiore Tagete.
Gli spinaci amano crescere vicini alle patate, per l’azoto che rilasciano naturalmente, l’insalata è protetta dai parassiti se cresce vicino a porri, aglio e cipolle, e così via.
Tutto crescerà in modo apparentemente causale, non in riga come si vede nelle coltivazioni intensive, i fiori sbocceranno fra le verdure, gli insetti attratti da tanto colore e profumo impollineranno tutte le piante che lo necessitano.

I prodotti ottenuti con questa pratica hanno una diversa qualità, un diverso sapore, una diversa energia e una maggiore resistenza agli agenti patogeni.

Attraverso questo modo di coltivare viene restituito alla terra, in termini energetici, più di quanto si prende, promuovendo i meccanismi di auto fertilità del suolo e per questo non è necessario muovere ogni anno la terra, concimarla ed avvelenarla con pesticidi.

Erika vi aspetta per mostrarvi tutti i segreti dell’orto sinergico e per gustare le verdure dell’agricoltura biologica sinergica.

Lezioni di orto sinergico
Sorano

Commenti

Commento