COPERTINA_INVENZIONI_ITALIANE

“In Italia, sotto i Borgia, per trent’anni hanno avuto guerre, terrore, assassinii, massacri: e hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e cos’hanno prodotto? Gli orologi a cucù”. Orson Welles

Gli italiani sono un popolo di inventori, in numerosi campi dell’arte, della scienza, e della cultura i nostri connazionali hanno lasciato un marchio indelebile nel corso della storia.

Uno dei tanti campi in cui l’Italia si è distinta nei secoli è quello delle invenzioni: tante delle idee più geniali e rivoluzionarie di sempre sono state partorite da menti italiane. Le invenzioni dei nostri compatrioti in diverse occasioni hanno cambiato il mondo, e hanno oggi un ruolo di primo piano nella nostra vita di tutti i giorni.

Ecco 5 invenzioni italiane che secondo noi hanno rivoluzionato il mondo:

1. LA MOKA

moka_1933

Per ogni vero italiano il caffè è parte integrante del rituale mattutino, e se non si beve al bar lo si prepara in casa con una moka. Quest’ultima è un’invenzione del bolognese Alfonso Bialetti risalente al 1933. Un’idea rivoluzionaria che portò finalmente il caffè nelle case degli italiani, ma conosciuta anche in tutto il mondo e addirittura esposta al MoMA di New York.

2. IL TELEFONO

telefono_1871

Per decenni i dibattiti sull’effettiva paternità del telefono hanno infiammato gli animi: ci ha pensato la Corte Suprema statunitense nel 2002 ad attribuire ufficialmente la sua invenzione ad Antonio Meucci. Il fiorentino nel 1871 depositò un brevetto temporaneo per il telettrofono, pioniere dei telefoni che oggi conosciamo, ma non potendolo rinnovare Alexander Graham Bell fu erroneamente accreditato come inventore.
Chissà se da qualche parte Meucci e Steve Jobs dibattono sull’evoluzione di questa invenzione!

3. IL CONO GELATO

cono_1903

Il cono gelato nasce il 13 dicembre 1903 da Italo Marchioni gelataio di origine marchigiana immigrato negli Stati Uniti. A New York Marchioni vendeva ghiaccioli al limone, serviti in bicchierini, che dovevano però essere restituiti dai clienti, lavati e quindi riutilizzati. A partire dal 1896, il gelataio aveva intuito le potenzialità del gelato da passeggio, vendendo per le strade i suoi sorbetti in un foglio di carta piegato a forma di cono e riscuotendo discreto successo, tanto da procedere, poi, alla creazione di una cialda fatta non solo per sostenere il gelato, ma anche per essere mangiata!

4. LA VESPA

vespa_1946

Un altro simbolo di italianità nel mondo è senza dubbio lo scooter, un mezzo che dal nostro paese ha conquistato un po’ tutto il mondo, dalla Gran Bretagna al Sud America. Il primo, storico modello di scooter è stata la mitica Vespa, lanciata nel 1946 dalla Piaggio e progettata dall’ingegnere abruzzese Corradino D’Ascanio. Uno dei prodotti di design italiano più famosi nel mondo, anch’esso esposto al MoMA di New York.

5. IL PIANOFORTE

pianoforte_1698

Se fino al 1688 lo strumento a tastiera per eccellenza era il clavicembalo, nel Settecento il pianoforte si fece largo pian piano come protagonista della scena musicale europea. Merito dell’artigiano padovano Bartolomeo Cristofori, che alla corte dei Medici a Firenze mise a punto il primo prototipo di “gravicembalo con il piano e il forte”, in seguito rinominato “fortepiano”.

Ora non ci resta che cercare il Leonardo da Vinci che è in noi e inventare qualcosa!

Ingegnosamente,

Den e Robi

Commenti

Commento

5 invenzioni italiane che hanno cambiato il mondo
Roma

Dove dormire

Lazio