Italie 2011 799_ok

Il borgo medievale

In un antico borgo medievale abbandonato, che domina la Valnerina, Doda e suo marito hanno deciso di ri-dare vita ad alcune case e aprire le loro porte ai viaggiatori di tutto il mondo! Gli abitanti del Borgo? I proprietari e i loro ospiti! Ora chiudete gli occhi e immaginate una sera d’estate seduti su una trave a contemplare dolci terrazzamenti a prato e ulivi a perdita d’occhio…magari sorseggiando un vino rosso. Il borgo medievale offre ai viaggiatori all’interno di  un antica casa di pietra, dove un sapiente restauro, ha mantenuto il calore che le ha caratterizzate per centinaia di anni e al vostro risveglio vi basterà aprire le finestre per godere dell’armoniosa campagna umbra! Continue reading

DSC_2540_ok

La Casa dell’ Artista

i colori della terra bruciata dal sole sono fonte di ispirazione per gli artisti

Nel cuore della campagna, tra la città di Modica e il piccolo centro di Frigintini la Casa dell’Artista è il rifugio dell’artista siciliana Liliana Guarino. Continue reading

20130503_183549_resized_4

La casa di Antonina

“Un giorno d’aprile, andando su per un crinale,alla ricerca di asparagi selvatici, marito, figlio ed io, ci trovammo di fronte ad un rudere di pietra che ci colpì subito per l’autenticità e la posizione dominante in cima alla collina. Di fatto la casa inizialmente era una grande stanza adibita a pagliaio ed una seconda stanza che serviva da dimora perché presentava tracce di camino e fuliggine. Nonostante fosse passato quasi mezzo secolo da quando era stata vissuta l’ultima volta, la muratura interamente di pietra e calce, reggeva ancora. Il tetto sfondato lasciava intravvedere il vecchio soffitto di canne e gesso. La casa conservava anche un massiccio muro di cinta originale di pietra a secco tipico modicano. Ci aggirammo tra gli ulivi ed i carrubi del posto e ci rendemmo conto che erano secolari e che dentro noi cresceva il desiderio di ristrutturare quel posto magico per farlo rivivere ,rispettandolo nelle sue caratteristiche primarie: pietra e legno. I lavori di ristrutturazione durarono 3 anni e furono progettati e diretti interamente da noi stessi,lasciando che la luce stessa della casa ci ispirasse e che il rigoroso rispetto per il luogo facesse da guida.” Continue reading